Non ti piace vedere i tuoi balconi spogli e asettici? Potresti coltivare delle piante che non richiedano un grosso impegno, la Kalanchoe blossfeldiana è la pianta che fa per te. Bella sia per le foglie sia per i fiori di color rosso, fiorisce più volte in un anno e non richiede un diploma per essere coltivata.

La kalamchoe Blossfeldiana si adatta facilmente a qualsiasi temperatura, quindi puoi posizionare il vaso di questa bella piantina anche in una posizione molto soleggiata anche se è preferibile che non riceva i raggi del soli diretti. Puoi anche portarla in casa in casa a patto, naturalmente, che tu scelga una posizione in cui arrivi sempre molta luce. Però in estate ti consiglio di portarla fuori al balcone in modo che la fioritura sia agevolata.

Le innaffiature durante il periodo estivo dovranno essere abbondanti in modo che i fiori sbocciano con più facilità. Tieni presente che “abbondanti” non vuol dire che dovrai inzuppare la pianta di acqua ma che dovrai innaffiare la pianta con regolarità e senza mai lasciare che il terreno si asciughi completamente. Inoltre non dovrai bagnare la pianta ma bagnare solo il terreno.

Durante l’inverno le innaffiature dovrai diradarle e inoltre la temperatura non dovrà scendere al di sotto dei 7 gradi, in quel caso dovrai portare la Kalanchoe dentro al riparo. Il substrato dovrà essere leggero e drenato perche alrimenti le radici marcirebbero. A tale scopo dovrai mescolare un buon terreno da giardino con terra di foglie, torba e sabbia. Comunque in commercio trovi terreni adatti per ogni tipo di pianta.

Questa pianta di norma fiorisce in primavera e in estate ma volendo la si può anche indurre a fiorire nei periodi invernali. In genere sono i fiorai che inducono la kalamchoe Blossfeldiana a fiorire nel periodo natalizio per ovvi motivi. Comunque, essendo questa una pianta brevidiurna, per fiorire basta lasciarla 12 ore al buio e 12 ore alla luce per circa un mese.

La moltiplicazione è molto facile, potrai farla per talea, tagliando un fusticino che non abbia fiori, per poi interrarlo in un terreno per cactus, molto soffice e drenato. Per renderlo più drenato aggiungi un po’ di sabbia. Generalmente, ad una temperatura intorno i 21 °C, dovrebbe attecchire senza problemi ma, puoi anche chiudere il vaso con un sacchetto tenuto distante dalla talea conficcando nel terreno delle asticelle di legno. Puoi anche ottenere giovani pianine con la semina in una scatola bassa di plastica, spruzzerai il terriccio con un velo di acqua e coprirai la scatola, come una serra, con una busta di plastica. La temperatura, anche in questo caso, dovrà essere di 21 gradi. Quando le piantine saranno abbastanza grandi le impianterai in piccoli vasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *